lunedì 8 dicembre 2008

Cenere e carne



Ho toccato il fondo

scivolando in un pozzo profondo.

Ho visto il buio totale.

Ho avvertito il gelo glaciale.

Ho sentito la morte sfiorarmi dentro.

Ho conosciuto la paura incontrollabile.

Il mio corpo è precipitato in un abisso

ed è divenuto cenere.

Dalla cenere sono risorta!

La mia anima,

ferita più volte mortalmente

ha continuato a respirare.

Con respiro debole e costante

ha lottato fino all'ultimo sangue.

Ha raccolto le sue ultime forze

e si è alzata dal suo letto di morte.

Si è riappropriata del suo corpo

trasformando la cenere in carne.

Oggi anima e corpo

sono quell'unità profonda

che è la mia persona...

Perchè oggi io sono viva!!


23/08/2008


Cinzia Gargiulo



Creative Commons License
Cenere e carne by Cinzia Gargiulo is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.



2 commenti:

Michelangelo ha detto...

Tanti auguri mia cara Cinzia,
Michelangelo

Anonimo ha detto...

Sì...
tu sei viva più che mai perchè sai reagire alla disperazione del cuore e riesci a dipingere l'anima.
Sei una donna ''rara'', Cinzia...
Rob